FUN PAGE!

FUN PAGE!
Iscrivetevi cliccando qui, per tenervi sempre aggiornate sulle novità!
Si è verificato un errore nel gadget
Si è verificato un errore nel gadget

DISCLAIMER

Il presente sito non costituisce testata giornalistica e la diffusione di materiale interno al sito non ha comunque carattere periodico ed è condizionata alla disponibilità del materiale stesso.

Informazioni personali

La mia foto
28 anni, scrittrice per passione con una Laurea in Linguaggi e Tecnologie del Giornalismo e dell'Informazione, vivo e lavoro a Roma. Ho pubblicato un libro nel 2011... e ancora mi chiedo perché! Segni particolari: parole e follia perennemente in corso.
sabato 27 febbraio 2010
E’ da quando avevo 15 anni (10 anni esatti, sigh!) che uso il fondotinta e posso dire di averne provati veramente a migliaia e in varie gradazioni cromatiche.

A causa della sensibilità e del colorito del mio viso (ormai l’ho detto anche in sanscrito che ho la couperose!!!) ho iniziato la mia carriera da fondotinta-dipendente con un prodotto specifico della linea Couperoll ARVAL, liquido.
Non credo sia più in commercio, dato che son trascorsi 10 anni e sinceramente non ne
sento neppure la mancanza.

L’applicazione risultava difficoltosa, l’effetto mascherone era quanto di più grottesco abbia mai visto e in estate la pelle sembrava chiedere pietà: traspirazione zero e il prodotto tendeva a colare!

Inoltre la colorazione era disponibile solo in gradazioni molto scure, per cui lo stacco viso/collo (arancione/bianco latte) si notava in maniera accentuatissima. Il prezzo era, tra l’altro, piuttosto elevato (sulle 35.000 Lire) per cui una volta terminata la boccetta, dotata di un applicatore a spatolina, ho messo decisamente una croce sui prodotti della Arval. Spero li abbiano migliorati, nel frattempo.

Ho provato, poi, i prodotti della L’Oreal, (liquidi, compatti e in polvere) con i quali ho “tirato avanti” sino a pochi mesi fa.
Uno in particolare riusciva a coprire molto bene le chiazze rosse del mio viso, senza appesantire troppo la pelle ,ovvero Infallible make-up, lunga tenuta 16 ore, che riporta sulla boccetta la definizione “Anti traccia + anti effetto maschera”.
Sulla seconda dicitura siamo d’accordo, ma sulla prima… cominciano ad esserci delle divergenze.

Con il passare del tempo,infatti, ho notato sempre di più che il prodotto (ed in generale tutti i fondotinta L’Oreal) tendeva a raggrumarsi alle estremità del viso, vicino all’attaccatura laterale dei capelli e sugli zigomi, creando lo spiacevole effetto “riga” che, oltre ad essere antiestetico, faceva sì che camicette e maglie (per non parlare dei maglioni a collo alto) , si macchiassero sul collo, facendomi optare per la ricerca di un nuovo prodotto.

L’ultima scoperta è il Dream Matte Mousse della Maybelline, consigliatomi dalla commessa di una profumeria alla quale avevo esposto i miei problemi con i precedenti fondotinta: 13 euro per 18 ml di prodotto.

La particolare formula mousse, molto pigmentata e vellutata, si stende facilmente utilizzando le dita (evitate lo spugnino, assorbe troppo prodotto e ne rilascia in quantità minima, sprecandolo) e dà un colorito uniforme e molto naturale alla pelle del viso, senza creare spiacevoli stacchi di colore viso/collo e senza formare grumi o righe.
Una volta applicato resta dov’è, a limite tende a sbiadire, ma senza mai creare chiazze e concentrazioni eccessive di prodotto in una determinata zona del viso.
Ottimo anche come base per il trucco degli occhi e come correttore per le occhiaie, si presta facilmente e con risultati soddisfacenti al ritocco delle piccole imperfezioni cutanee.

Eccoci alle pecche:

1) se avete la pelle secca, il Dream Matte tende a seccarla ancora di più. Consiglio di applicare una buona crema idratante come base del trucco e, senza farla asciugare del tutto, spalmare sopra ad essa il fondotinta, in modo che ne coadiuvi l’applicazione ed aiuti a contrastare l’effetto secco della mousse.
2) come ho già accennato nella review dei correttori cromatici, chi li utilizza dovrebbe evitare questo fondotinta (ed in generale tutti i fondotinta in mousse) poiché durante la sua applicazione, che impone la “stesura” della mousse e non il “picchiettamento” (concedetemi il termine!), il colore del correttore si disperderebbe, andando a scoprire le zone sulle quali lo avevamo utilizzato.

In linea di massima, comunque, è il prodotto migliore che abbia provato fino a questo momento, per tenuta, leggerezza e facilità di utilizzo.
Si adatta alla pelle del viso, come fosse un velo sottile e la ricopre perfettamente senza creare coaguli.

Si merita un


VOTO: 7 ½

Probabilmente continuerò la mia assidua ricerca del fondotinta perfetto, dato che per il mio tipo di pelle la base del trucco è fondamentale; in ogni caso, se non utilizzate correttori cromatici e la vostra pelle non è eccessivamente secca, non posso sconsigliarvi il Dream Matte Mousse della Maybelline.
Anche semplicemente come correttore per palpebre e occhiaie, nella giusta colorazione vi soddisferà, ne sono sicura !

Baci ;)

5 commenti:

Rossella07 ha detto...

Condivido quest'esperienza con te, perchè, ahimè, è già difficile trovare un fondotinta del mio colore di pelle (possibile che tutte le persone abbiano una carnagione alla brasiliana?!?!), per non parlare poi della texture ed effetto maschera.. Però ultimamente mi trovo bene con il fondotinta liquido hd della make up forever.. Provalo, anche se costicchia un pò >.<

LauraIsNoir ha detto...

Ho un piccolo problema con la risposta ai commenti... vediamo se ci riesco!

LauraIsNoir ha detto...

Olèèè :D allora, dicevo... Giuliana (makeupdelight) mi ha consigliato come prossimo fondotinta il coverblend della vichy. Siccome ho letto che è molto coprende, se lo dovesse essere troppo proverò quello della MAKE UP FOREVER!

Belisma ha detto...

Per una come me che ha la pelle chiarissima e molto delicata che fondotinta consigli?

Anonimo ha detto...

Io mi trovo molto bene con quelli della Bionike...22 euro.
Sono molto facili da applicare e lasciano la pelle con una piacevole sensazione di idratazione! Sono nuova al problema della couperose e ho appena provato un coperoll arval che non mi soddisfa..ha qualche consiglio per pelle mista?

Posta un commento

Chi sono?

Giornalista in erba con la passione per il make-up, tra un articolo serioso ed un altro, mi dedico alla cura di questo blog.
Ho collaborato con alcune riviste di moda occupandomi delle recensione di vari prodotti di make up, inoltre sono appassionata di grafica ed internet.
Da tutto questo nasce "Il trucco c'è...!" , esperimento di libera informazione e non solo su tutto ciò che riguarda il modo del make up, della salute, del benessere e della cosmesi.
Che ve ne pare? ;)

Visite ad oggi:

Counter

Cerca nel blog

Etichette

8marzo (1) donna (1) make-up (1) rosa (1) trucco (1)

Lettori fissi